Accedi

Ho dimenticato la password

Giugno 2017
LunMarMerGioVenSabDom
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Calendario Calendario

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Acquisto Viagra. viagra generico affitto
Gio Ago 04, 2011 5:22 pm Da Ospite

» Acquistare Viagra. compare viagra generico levitra
Gio Ago 04, 2011 2:20 pm Da Ospite

» Acquista Viagra. componente viagra generico
Gio Ago 04, 2011 6:09 am Da Ospite

» online casino games gambling
Gio Ago 04, 2011 4:13 am Da Ospite

» fish body oil benefits
Mer Ago 03, 2011 12:35 pm Da Ospite

» Metformin, such beginning plant-derived
Mer Ago 03, 2011 9:57 am Da Ospite

» This solved my big problem
Mer Ago 03, 2011 7:39 am Da Ospite

» ãèíåêîëîãè÷åñêèå ïðåïàðàòû
Mar Ago 02, 2011 12:31 am Da Ospite

» Almost as cut-price as warez
Lun Ago 01, 2011 8:49 pm Da Ospite


Dei molti modi di assassinare un animale

 :: Animali

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Dei molti modi di assassinare un animale

Messaggio  Ringhio il Mar Ott 28, 2008 1:53 am

santo cielo che groviglio!!
allora, andiamo per ordine presentando ciò che sarebbe stato normale...
la signora in questione (se faccia parte di un gruppo o associazione, e di quale, non sappiamo... intanto vedo che i "volontari" sono due) decide di trovare casa a un cane. E vabbè... in questo caso non abbiamo ancora capito dove si trovasse il cane, ma è un copione conosciuto e comunque ne riparleremo.
Normalità (e normativa): la signora intesta a suo nome il cane presso l'anagrafe pubblica, il che vuol dire che se ne assume la responsabilità di fronte alla legge, lo vaccina, lo microchippa e, nel caso che non gli trovi casa, se lo tiene... dopo di che - e dopo essersi creata ragionevoli sicurezze sul carattere e il comportamento del cane, in base allo studio del suo presente e del suo possibile passato - cerca una famiglia che dia sufficienti garanzie per il benessere psicofisico del cane, e per un rapporto equilibrato fra il cane e la famiglia stessa, almeno per un periodo equivalente alla vita media di un cane (quindici-sedici anni, diciamo?).
Che vuol dire tutto questo? vuol dire a) che non affida il cane via internet; b) che cerca là dove le sia possibile verificare l'andamento delle cose sia prima, sia dopo l'adozione c) che si tiene disponibile a riprendersi il cane, ma sul serio, in caso di problemi.
Questo - e se ho dimenticato qualcosa aggiungetelo voi - questo fa chi vuole dedicarsi con serietà a questo tipo di attività, cioè chi lo fa per il vantaggio del cane e dell'adottante e non per il proprio (e qui le varianti del tipo di vantaggio, dallo psicologico al brutalmente materiale, sono parecchie).
Se poi il cane si trova in un canile - dalle foto che sono circolate il dubbio, ahimè, mi è sorto - e sempre la signora in questione non se lo può o vuole prendere, beh, si rimbocca le maniche e va a dare una mano, e intanto svolge in dettaglio tutta l'opera di cui sopra, con tutte le responsabilità connesse, lasciandolo lì dove si trova, senza inseguire per forza il maledetto slogan "vuotare i canili" che, come il gatto che si morde la coda, riporta al concetto di vantaggio personale (sempre di cui sopra).
A quanto pare è successo tutt'altro, e quante volte sarà successo? Ma per non scrivere un papiro, il resto lo passo in un altro post.
avatar
Ringhio
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 04.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

come si assassina un cane

Messaggio  wolf il Mar Ott 28, 2008 9:37 am

a ganesh ! ci sono mamme e mamme bisogna sapere gestire sia bambini che animali se non e in grado fa meglio a non prendere animali .in italia pedro avvrebbe avuto una possibilita, perche perlomeno qui la legge divieta le ucci sioni dei cani e poi ripeto : non tutti canili sono lager .
avatar
wolf
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

a proposito di questa storia

Messaggio  Parvati il Mar Ott 28, 2008 11:02 am

Cavolo, che confusione, che superficialità, che totale ignoranza di ogni normativa in vigore!
Un cane, forse intestato ad un uomo, viene scaricato da una donna alla frontiera con un Paese extracomunitario senza alcuna valida documentazione: ho capito bene?
Se le cose funzionano in questo modo poveri cani "affidati" da irresponsabili!
avatar
Parvati
Registrato
Registrato

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 08.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dei molti modi di assassinare un animale

Messaggio  Ganesh il Mar Ott 28, 2008 12:14 pm

Un cane che gira per l'Italia senza microchip e varca anche la frontiera è un cane che potenzialmente non esiste, che può fare qualsiasi "percorso".

In questo caso Romina ha messo onestamente in luce i fatti, amettendo con onestà anche le sue responsabilità, ma quanti altri migliaia di animali vagano senza chip con pseudo affidi?

Migliaia di animali che dicono "è mio adesso è tuo" senza chip, ma stiamo sherzando?

Non credo che si tratta di ignorare le leggi, che chi affida un cane è tenuto a sapere perfettamente più dell'adottante, ma con arroganza scavalcare impunemente le leggi, ma per nascondere cosa?

Questo è traffico!
avatar
Ganesh
Registrato
Registrato

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 06.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

questo è traffico

Messaggio  Ringhio il Mar Ott 28, 2008 1:04 pm

Eh sì, inutile girare intorno alle parole, questo è traffico.
Intanto il cane non è microchippato, quindi a chi appartiene?! la verità è che, come molti, troppi altri, non esiste, sta nell'ombra lì dove è stato preso (chi ce l'aveva?), rimane nell'ombra anche quando falsamente E.R. dichiara che è suo al veterinario che gli rilascia il certificato di buona salute (questi certificati si rilasciano "per tutti gli usi consentiti dalla legge", ah ah), e peccato che tutto sia avvenuto qualche giorno prima dell'entrata in vigore dell'ordinanza Martini che obbliga i veterinari a far identificare i cani che vengono loro portati - il che, peraltro, non esime il veterinario da un obbligo etico e civico: e quante altre volte, viene da chiedersi, saranno stati rilasciati certificati simili a questa persona o ad altri suoi amici? e quanti altri veterinari lo fanno? Sulle dichiarazioni rilasciate dalla signora circa l'appartenenza del cane a lei, sorvoliamo pietosamente per ora.
Insomma, può sembrare paradossale, ma il cane comincia ad esistere quando Romina lo intesta ufficialmente a suo nome con regolare microchip presso l'ANIS, l'anagrafe svizzera. Purtroppo comincia ad esistere in Svizzera, in un Paese con regole diverse, e con tutto il retroterra di cialtroneria e malafede che, a suo danno e a danno di chi l'ha preso con sé, si porta dietro dall'Italia.
E sulla consegna e sulla "documentazione" che l'accompagna - buona per incartare il salame - metteremo un altro post.
avatar
Ringhio
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 04.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

questo è traffico

Messaggio  Ringhio il Mar Ott 28, 2008 11:05 pm

Dunque, a quanto pare la signora decide motu proprio che la sistemazione del cane presso Romina è perfetta. A uso di Romina, presenta come parimenti perfetto, "chiavi in mano" per così dire, un cane di grossa taglia di due anni e mezzo con un passato non brillante, così perfetto da poter entrare senza problemi per nessuno nella casa di una persona giovane e, crediamo, inesperta, con due bambini piccoli, ma piccoli. Ora del prestigioso curriculum del povero Pablo non ricordo se non "ben socializzato" (!) ma vorrei che fosse Romina ad elencare tutto quel che le è stato detto da qualcuno che non si sa bene quando l'abbia visto la prima volta, e quante altre volte in seguito l'abbia visto... quanto a me, son sicuro che una volta l'ha toccato, perché ha distribuito ai giornali una sua foto in tenuta non propriamente da canile, in posa con l'ignara bestiola.
Teniamo dunque presente che qualcun altro si è occupato di lui prima che fosse tirato fuori dal luogo dove stava, e questo qualcuno l'ha messo in mano senza identificativo, senza vaccini, senza niente di niente, a lei o ad altri (e il gruppo si accresce). A proposito, circolano foto del "pollaio" dove si trovava - un normalissimo box di canile - che non mostrano propriamente un cane depresso o affamato, tanto è vero che un veterinario rilascia un certificato di buona salute... anche se, per inciso, ricordiamo che il certificato (ahimè, non un libretto sanitario) è rilasciato a un cane di nome Pippo, senza identificativo, dichiarato di proprietà di E.R. Mah, sarà lui?
Fin qui, saremmo semplicemente (semplicemente... si fa per dire) nel volontariato selvaggio, quello che se ne infischia delle raccomandazioni sugli affidi che vengono fatte da anni anche dal Ministero della Salute (e chi lo conosce, dirà qualcuno).
Il meglio - o il peggio - viene dopo.
avatar
Ringhio
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 04.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Questo è traffico

Messaggio  Polo il Mar Ott 28, 2008 11:38 pm

Io mi domando, con angoscia, ma che fine hanno fatto gli altri cani che stavano con Pablo nel detto "pollaio"?
Perchè se queste sono le modalità delle cosidette "adozioni" temo che non abbiano fatto una bella fine.....
avatar
Polo
Registrato
Registrato

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 23.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dei molti modi di assassinare un animale

Messaggio  Romina il Mar Ott 28, 2008 11:42 pm

ciao ringhio,
allora ti rispondo senza problemi..
mi è stato detto che il cane è stato sempre chiuso dalla nascita o da cucciolo in un pollaio e che lei li vedeva raramente ogni 7-8 mesi e che c'era una signora che se ne occupava ogni tanto gli dava da mangiare e da bere, alla consegna del cane e questo me lo ricordo bene il signor E.R. mi ha detto: Addottando questo cane salvi anche gli altri 5 perchè quello piu difficile da sistemare era lui gli altri ora li posso prendere io a casa mia!"ma ha pure detto che il cane è praticamente cresciuto con dei bambini romeni che andavano tutti i giorni ad accarezzarlo e giocavano in questa gabbia per polli, che lei diceva essere grande poco più di 1mtrx1mtr. invece poi salta fuori sul corriere della sera che il cane l'ha trovato randagio chissà dove, io ho sbagliato certo ma loro mi hanno riempito la testa di bugie!!
avatar
Romina
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Dei molti modi di assassinare un animale

Messaggio  Ringhio il Mer Ott 29, 2008 2:37 am

romina, non riesco a mandarti una mail privata, ci sono problemi con la posta
ripeti qui quello che hai detto sull'insistenza per darti il cane
avatar
Ringhio
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 04.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

tanti modi per assassinaRE UN CANE

Messaggio  wolf il Mer Ott 29, 2008 9:42 am

la faccenda diventa sempre piu intrgante e la versione cambia di tanto in tanto.allora la signora sapeva che il cane non era di facile gestione ha voluto prenderlo per potere dire che ha salbato un cane da l incivile italia ?
avatar
wolf
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Dei molti modi di assassinare un animale

Messaggio  romina il Mer Ott 29, 2008 2:48 pm

non diciamo cose che io no ho detto, non mi è mai stato detto che il cane fosse problematico, era difficile da piazzare penso per il fatto che fosse di taglia grande... non sono cretina da prendere un cane che so che ha problemi con dei bimbi in casa!!! Lodovica conosceva la mia situazione famigliare, sapeva che vivevo in appartamento (anche se nessuno è mai venuto a vedere come e dove vivo) ha insistito tanto che lo prendessi il più presto possibile, dicendo che non avrei avuto alcun tipo di problemi, che il cane era bravissimo che così facendo li salvavo davvero la vita che si stava lasciando andare ecc... poi dopo sull'e-mail ha fatto passare per capricciosa scrivendo che io l'ho angosciata per settimane dicendo che volevo il cane subito!
avatar
romina
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Dei molti modi di assassinare un animale

Messaggio  Ringhio il Mer Ott 29, 2008 3:20 pm

infatti credo proprio anch'io che E.R. si volesse riferire alla taglia del cane, nelle foto fatte in quel canile ("pollaio") appare con alcuni cagnetti di taglia piccola, più tardi ne metto qualcuna
è impensabile, del resto, che proprio al momento di consegnarlo si mettesse a dire che il cane era "difficile" dopo tutto quell'imbonimento da parte di chi l'aveva mandato... sarebbe la prima volta che questi avvertono di qualche difficoltà le persone a cui appioppano i cani, a rischio di ritrovarseli sul gobbo!
e infatti il web è pieno di messaggi disperati (si fa sempre per dire) su cani che poi gli affidatari non riescono più a tenere

romina, com'è questa storia dell'insistenza?
avatar
Ringhio
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 04.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Questo è traffico!

Messaggio  Admin il Mer Ott 29, 2008 3:36 pm

Allora

Di bugie a Romina ne sono state dette tante, e non solo a lei, ma a tutto il popolo internauta che ha letto li svariati appelli nel web.

I cani a quanto scritto vivievano in un pollaio di 1 metro x 1 metro

I cani, si parla di 6 cani, vivevano in questo minuscolo pollaio sempre sui vetri rotti.

Queste sono le foto del famigerato pollaio, vedete vetri rotti? Vi sembra un pollaio di 1 metro per 1 metro? Vedete cani psicologicamente e fisicamente sofferenti?

Se così fosse, l'esperienza della falsa comunicazione mediatica che ha certa gente, non avrebbe esitato a evidenziarlo.


Sembra l'ambientazione di un canile o un luogo adibito a canile, con le normali feci di cane prima che vengno pulite, si vede anche la classica canalina di scolo sulla destra.

Ma resta ancora da sapere, dove erano in realtà queti cani? Di chi erano questi cani?

Poi si parla di bambini che andavano a giocare con loro, in un pollaio di 1 metro per 1 metro? In mezzo alla montagna di vetri rotti descritta?

L'unica cosa certa è che Pablo è stato consegnato illegalmente senza microchip, ma di Pablo grazie alla trasparenza di Romina si sa la sua storia, ma degli altri cani?

L'altra cosa certa è che, le menzogne raccontate coprono procedure disoneste che nell'ambito delle adozioni facili e ounque sono una terribile abitudine.

Questo è traffico!
avatar
Admin
Admin
Admin

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 02.08.08

Vedi il profilo dell'utente http://traccediverse.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

Questo è traffico

Messaggio  Admin il Mer Ott 29, 2008 3:53 pm






Ho ripubblicato la foto ridimensionata poichè in questo modo è visibile la canalina di cui parlavo.

Nella second foto è Pablo, fotografato nel medesimo posto dall'esterno.
avatar
Admin
Admin
Admin

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 02.08.08

Vedi il profilo dell'utente http://traccediverse.blogspot.com/

Tornare in alto Andare in basso

questo è traffico

Messaggio  Parvati il Mer Ott 29, 2008 6:17 pm

Birillo-Pablo, e chissà quanti altri come lui, è stato il soggetto di un traffico orrendo, illegale, clandestino carico di bugie e di punti oscurissimi che la Magistratura dovrebbe indagare.
Gli autori di questi traffici sono degli irresponsabili che devono essere fermati nell'interesse delle persone e degli animali coinvolti: questo non è interesse per il benessere degli animali randagi che starebbero molto meglio se rimanessero dove li hanno trovati (nel canile dove era Pablo che dalle foto pare un normalissimo canile e non certo un pollaio minuscolo o un lager).
avatar
Parvati
Registrato
Registrato

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 08.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

questo è traffico

Messaggio  andromed il Mer Ott 29, 2008 6:43 pm

Questo è un traffico davvero! Infatti alcuni dei cosiddetti animalisti-volontari altro non sono che trafficanti che giustificano le loro malefatte con il loro distorto senso di pietà e amore verso gli animali. In realtà è solo voglia di apparire buoni perchè buoni non lo sono affatto. Chi ci rimette purtroppo, naturalmente, sono gli animali che hanno la disgrazia di cadere sotto le loro grinfie. Lo dimostra questa storia confusa: ancora non si sa bene dove il cane "da salvare" fosse recluso - un piccolo recinto o un non ben identificato canile lager. Se, come le foto fanno supporre, fosse un canile, allora ecco apparire il famoso volontario-prestanome che si offre di far uscire il cane dal lager proponendosi come adottante e quindi ospitarlo nella sua casa. Ma così non è, il volontario lo sa bene, il tam tam di internet sarà il mezzo migliore per trovargli una vera casa. In Italia si sà, siamo esterofili, ammiriamo le altre nazioni, quindi quale soluzione può essere migliore se non quella di spedirlo in un bel paradiso nordico? Senza pensare che anche in quei paradisi ci sono cani a bizzeffe che aspettano un'occasione, senza pensare che da quelle parti l'eutanasia è legalmente praticata. Già, senza pensare...o pensare di ricorrere al famoso "morte tua, vita mia" senza porsi troppi scrupoli. In fondo, chi se ne frega se un povero cane svizzero morirà perchè la possibilità che aveva di essere adottato gli è stata tolta da un cane italiano! Chi l'ha visto il predestinato svizzero? questo trovatello italiano è stato salvato, è quì, lo posso vedere e allora?...i conti tornano. Chissà quanti cani italiani avranno fatto la stessa fine di Birillo-Pablo. E certi animalisti-trafficanti ancora continuano a deportare, deportare, deportare... forti del fatto che il web è pieno di aberranti fotografie di canili lager italiani, mentre di asettici meravigliosi canili nordici non esiste nemmeno l'ombra. Vien fatto di pensare che forse non esistono.
avatar
andromed
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

questo è traffico

Messaggio  Ringhio il Mer Ott 29, 2008 7:15 pm

e, a proposito di traffico, ancora non siamo arrivati al confine... più tardi lo faremo
avatar
Ringhio
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 04.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

questo è traffico

Messaggio  Parvati il Mer Ott 29, 2008 8:41 pm

Ringhio ha scritto:e, a proposito di traffico, ancora non siamo arrivati al confine... più tardi lo faremo

C'è ancora dell'altro? siamo curiosi di conoscere il confine che Ringhio ci promette, anche se in quello che abbiamo appreso fino ad ora vi è da meditare abbondantemente ........
avatar
Parvati
Registrato
Registrato

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 08.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

cani all'estero

Messaggio  Sky il Gio Ott 30, 2008 12:57 am

Certo che se scoprono di tutti i colori. Gli appelli pietosi altro non sono se non uno specchietto per allodole per movimentare una gran massa di animali che non si può controllare. L'idea di pensare di salvare un cane portandolo a centinaia di km e di lasciarlo ad una persona conosciuta solo attraverso dei contatti mail e/o telefonici, non sembrerebbe davvero reale. Nel caso si verificassero dei problemi, come qui è accaduto, come può l'affidante intervenire? Quando si decide di occuparsi di un animale, lo si deve seguire, si deve essere sempre disponibili per consigliare, sostenere, aiutare chi adotta, perchè in una parola, se ne è responsabili, non solo nella scelta dell'affidatario, ma anche dopo, perchè si è la persona che l'ha allontanato da casa per dargli una nuova vita.
Mi sento male al pensiero di animali che passano da clandestini il confine. Ma adesso non ce la faccio, su questo farò una riflessione in seguito.

Sky
Registrato
Registrato

Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 21.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

questo è traffico

Messaggio  Ringhio il Gio Ott 30, 2008 1:03 am

beh, proprio al confine non arriviamo... ci fermiamo nove chilometri prima, a Maccagno. Un attimo e si sarebbe in Svizzera, qualche minuto di più e si sarebbe a Tenero a casa di Romina... 27 chilometri di passeggiata sulla riva del Lago Maggiore, una mezz'oretta, non di più. Ci vuole assai di più da Montecitorio ai Parioli... e si potrebbe vedere dove va a stare il cane.
Romina, chi ha scelto il luogo dell'appuntamento?
avatar
Ringhio
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 04.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dei molti modi di assassinare un animale

Messaggio  romina il Gio Ott 30, 2008 2:05 am

eccomi...
allora il luogo l'ho scelto io, perchè avevo paura che se si passava da chiasso avrebbero controllato... all'inizio io non avevo capito, pensavo che il cane lo portassero loro in svizzera, poi mi hanno detto che siccome ero io il futuro proprietario del cane era giusto lo facessi passare io in dogana, così che se fossero sorti problemi avrei potuto dire che da lî a pochi giorni lo avrei fatto microchippare e vaccinare io.. io gli ho ripetuto che secondo le leggi svizzera andava fatto almeno il vaccino anti-rabbia..
lei mi ha detto che era impossibile trovare un veterinario che lo facesse (siccome il problema è sorto il giorno prima che il cane partisse io ho chiamato in dogana e mi hanno detto che senza anti rabbia il cane non poteva passare) il giorno stesso, sul momento lodovica mi disse che se riusciva a contattare un veterinario di suo conoscenza (famoso in tv) poteva scrivere sul certificato che il cane era stato vaccinato anti rabbia ma che non poteva falsificare la data ( siccome ci vogliono almeno 21 giorni prima che il vaccino sia effettivo) il veterinario però non c'era e alla fine ho acconsentito a farlo passare illegalmente, sapevo che sbagliavo, ma sul momento ho voluto rischiare...
avatar
romina
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

questo è traffico

Messaggio  Ringhio il Gio Ott 30, 2008 2:50 am

romina ha scritto:
mi hanno detto che siccome ero io il futuro proprietario del cane era giusto lo facessi passare io in dogana, così che se fossero sorti problemi avrei potuto dire che da lî a pochi giorni lo avrei fatto microchippare e vaccinare io...

e certo... cara romina, me l'aspettavo, e tuttavia non finisco di stupirmi per la sfrontatezza e soprattutto per la furbizia... se ti avessero fermato alla dogana svizzera, con un cane senza passaporto europeo - che contempla tra l'altro quell'antirabbica che hai cercato di fargli fare e a proposito della quale il problema, guarda un po', è sorto solo quando l'hai sollevato giustamente tu... - senza vaccini e addirittura senza microchip, non sarebbe certo stata quella ridicola dichiarazione vergata a mano dietro un foglio a salvarti, per non parlare del cosiddetto certificato di buona salute del misterioso Pippo... ma, come si dice, cavoli tuoi! ti hanno mollato il cane facendoti passare la frontiera con in mano della carta straccia, ed è andata bene - per così dire... chissà quante altre volte è andata bene, oppure è andata male qualche volta a loro, sicché stavolta hanno mandato avanti te? chissà...
infatti, se ti ho chiesto il luogo dell'appuntamento è proprio perché ho la netta impressione che quella pratica e quella zona non fossero loro nuove. Quella è la zona calda dei passaggi clandestini di cani, degli scambi notturni sull'autostrada, perfino dei viaggi di certi italiani del Pavese e del Varesotto che vanno ad abbandonare i loro cani a Bellinzona... è la zona calda dei traffici.
carina la storia del veterinario famoso in tv... carinissimi gli scrupoli di Lodovica e dei suoi amici, sorti, guarda caso, solo su questo in un mare d'illegalità e di sotterfugi! ho l'impressione che sia stata la prima volta che qualcuno ha chiesto loro l'antirabbica, e che questo li abbia spiazzati, anche se solo per un momento.
Sbaglierò, ma più ci penso e più sospetto che dietro i due cialtroncelli con cui hai avuto a che fare ci sia un'organizzazione più ampia, e chiedo l'opinione di chi ci legge.
E comunque ora Birillo-Pablo (chissà se anche Pippo) ha passato la frontiera... se vuoi, fa' una piccola cronistoria della situazione e di' con esattezza come e quando vi siete sentite tu e Lodovica.
avatar
Ringhio
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 04.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

questo è traffico

Messaggio  andromed il Gio Ott 30, 2008 5:11 pm

COMUNICAZIONE DEL MODERATORE
Andromed ha postato qui un messaggio molto importante, che merita una discussione a parte. Eccola:
http://traccediverse.forumattivo.com/traffici-f6/una-coalizione-di-trafficanti-all-assalto-della-puglia-t36.htm#195
Vi ho copiato di seguito anche la risposta di Parvati e poi, dopo un altro intervento, quella di Wolf.
Andromed, se desideri cambiare il titolo della discussione dimmelo o mandami un messaggio privato, lo farò volentieri.

Continuiamo qui con la discussione su Pablo.
avatar
andromed
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Questo è traffico

Messaggio  Kleo il Gio Ott 30, 2008 10:50 pm

Tutto studiato, e con tanto di "buon cuore" eh! Il cane lo diamo senza chip, ma che ci importa, poi alla frontiera c'è Romina mica noi.....
Ma chi vogliono prendere in giro questi?
avatar
Kleo
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

questo è traffico

Messaggio  Ringhio il Ven Ott 31, 2008 12:16 pm

Già... e se Romina fosse stata fermata alla frontiera, nel migliore dei casi si sarebbe trovata lì da sola, col cane in auto, senza poter andare avanti e, quel che è peggio, senza poter tornare indietro, perché visto quel che è capitato quando ha cercato di far risolvere i problemi da Lodovica non credo proprio che qualcuno avrebbe fatto inversione di marcia per tornare a prenderselo... in quel caso, che sarebbe successo? Avrebbe dovuto vagabondare per le montagne in cerca di un altro varco come un contrabbandiere, avrebbe dovuto mollare il cane giù dall'auto, avrebbe - forse - trovato qualcuno pronto a prenderselo "caritatevolmente"...? Cosa ne sappiamo della rete di mediatori e recuperatori che forse staziona di qua dalla frontiera?
Questo nel migliore dei casi, eh... a parte le eventuali multe e sanzioni per i cittadini svizzeri, delle quali non so nulla e di cui mi piacerebbe sapere qualcosa, e a parte l'eventuale imposizione di una sosta sul luogo per controlli a spese di Romina... e peggio (peggio per Birillo-Pablo).
Diciamola tutta: Romina è stata usata in molti modi e per molti scopi, e con lei chissà quanti altri.
avatar
Ringhio
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 04.08.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dei molti modi di assassinare un animale

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 :: Animali

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum